Una comunicazione vincente con foto e video

Una comunicazione vincente con foto e video

La comunicazione - di ogni tipo - ha una nuova parola d’ordine: multimedialità. Sembrano trascorsi secoli dai tempi della divisione netta tra i diversi strumenti di veicolazione delle informazioni: carta, video, suono e così via. Oggi la tecnologia è la grande alleata nella realizzazione di un messaggio informativo in grado di utilizzare contemporaneamente diversi canali. L’integrazione dei diversi media è – in ogni settore - la strategia vincente, per l’ottima ragione che moltiplica l’efficacia della comunicazione rendendola allo stesso tempo più gradevole per il pubblico.

Grandi spazi a basso prezzo
Se ci si mette dal punto di vista dell’impresa risulta evidente che l’utilizzo di video e altre immagini all’interno dei propri messaggi risulta strategico ai fini di una diffusione più ampia.

Questo è vero in tutti i settori e lo è in particolare per per quei comparti caratterizzati da un’alta densità di valori estetici e culturali, che vanno appunto mostrati adeguatamente. E’ il caso del turismo: per un hotel spiegare dettagliatamente la propria offerta, e contemporaneamente illustrare visivamente le proprie strutture, rappresenta la carta vincente per la diffusione di un messaggio completo, fedele e conseguentemente recepito come affidabile e corretto dal bacino della potenziale utenza. C’è poi un valore di servizio: alla spiegazione della propria struttura alberghiera si può infatti abbinare un “tour” nelle attrazioni naturalistiche e culturali dei dintorni.

Ma vale anche nel caso in un certo senso opposto, cioè le attività che, per esempio, non producono un output materiale, come la formazione o la consulenza aziendale.


Due alleati preziosi
La comunicazione integrata e multimediale ha altri due vantaggi molto importanti. Il primo è la disponibilità di spazi pressoché infiniti: basta pensare al grande successo che continuano a riscuotere le piattaforme di condivisione (Youtube è il primo nome che viene in mente, ma non l’unico). Questo costituisce un potenziale moltiplicatore del proprio messaggio: un video particolarmente riuscito (per motivi estetici, o perché efficace, o infine perché di utilità generale) può diventare virale, diffondendosi a macchia d’olio attraverso il Web e raggiungendo così un grande numero di persone.
Il secondo vantaggio è rappresentato dal fatto che la tecnologia e Internet hanno abbassato drasticamente i costi della comunicazione, rendendo la soglia economica non discriminatoria nei confronti delle imprese che non hanno a disposizione ricchi budget.

Alcuni consigli pratici
In sostanza: attenzione a non farsi prendere la mano. La tecnologia rende tutto facile, sia dal punto di vista di chi realizza sia da quello di chi riceve il messaggio. Ma questo porta con sé il rischio di essere dispersivi. I contenuti di arricchimento, per essere effettivamente efficaci, devono catturare l’attenzione, essere gradevoli, ma essere anche utili, coerenti e non ripetitivi o sovrabbondanti. Ciò, tra l’altro, agevola anche l’indicizzazione nei motori di ricerca. Infine, integrazione dei diversi media significa anche integrazione di tecniche e linguaggi diversi e dunque di differenti professionalità. Sembra perfino banale, eppure la mancanza di questo lavoro interdisciplinare è alla base della maggior parte degli errori che si commettono.

Continua a seguirci