L’importanza dei colori nel marketing

L’importanza dei colori nel marketing

I colori sono davvero in grado di influenzare le nostre scelte? Secondo alcuni studi, in realtà non troppo scientifici ma basati più su teorie e statistiche, sembrerebbe di si. Tra queste ricerche spiccano quelle realizzate per carpire le emozioni che i colori suscitano nelle persone, influenzando le decisioni d'acquisto e le preferenze commerciali. Nonostante si creda che le reazioni emozionali legate alle varie sfumature siano strettamente collegate alle proprie esperienze individuali, attraverso uno studio incentrato sull'impatto dei colori nel marketing (Impact of Color in Marketing), si è potuto constatare come un'ampia percentuale delle scelte d'acquisto di tipo impulsivo possono essere condizionate dalle tonalità utilizzate per presentare e promuovere un determinato prodotto.


Ulteriori ricerche hanno inoltre evidenziato che il nostro cervello ha una preferenza per quelle cosiddette marche riconoscibili, ecco perché il colore risulta, ancora una volta, un elemento determinante nella fase di realizzazione di un logo come dell'identità del brand (Brand Identity). La targettizzazione del colore nei loghi, oltre a dare personalità, ha anche il fine di creare una certa differenza strategica che ci aiuterà a distinguerci dai sempre più numerosi competitor. Ecco allora che, se per esempio i marchi concorrenti utilizzano prevalentemente il blu, si potrà optare strategicamente per il rosso, creando così una propria distinta identità più facile da individuare e memorizzare. Tuttavia, come indicano gli studi accademici su colore e branding, la scelta del colore dovrà sempre supportare quella che è la personalità del marchio. Tale supporto se risultua essere inatteso, rischierà di allontanare quei clienti fedeli non solo al prodotto, ma anche alla sua immagine.


Uomini e donne scelgono colori diversi? Ebbene si, anche in questa scelta sembrano esistere delle differenze di preferenza. Se il target maschile è attratto dai colori accesi e decisi ma anche scuri (nero, marrone, grigio); le consumatrici femminili daranno la precedenza a colori chiari e luminosi e a nuances più tenui e soft. Sfruttando queste conoscenze appare ben chiaro come tali informazioni possano risultare utili nella realizzazione di marchi (e del relativo materiale coordinato, come depliant, bliglietti da visita, sito web ...) più attrattivi in funzione dei diversi target di riferimento, che andranno scrupolosamente individuati precedentemente.

Ogni colore, inoltre, comunica dei valori: ad esempio il giallo è associato all' ottimismo, il rosso all'azione e all' intensità ,il verde alla tranquillit, e alla natura mentre il blu alla sicurezza.

Continua a seguirci